E-commerce a 349€

Demo
04 Giu 2018

E-commerce in Italia +15% nel 2018

Nel 2018 il valore degli acquisti online nel nostro Paese arriverà a 27 miliardi di euro, in crescita del 15% rispetto allo scorso anno. Gli acquisti online di prodotti, faranno registrare un tasso di crescita del 25% rispetto ai servizi; mentre l'acquisto tramite dispositivi mobile (smartphone e tablet) sarà pari a circa un terzo dell’intero mercato delle vendite online. La diffusione dell'e-commerce raggiungerà il 6,5% del totale consumi retail. 

Sono questi alcuni dei dati comunicati all’ultima edizione del Netcomm Forum, terminato due giorni fa. Le previsioni per il 2018 rivelano che la crescita sarà correlata ai settori delle vendite online, ormai definiti storici che crescono con un ritmo più vicino alla media:

  • Informatica ed Elettronica (+18%) con 4,6 miliardi di euro, 
  • Abbigliamento (+21%) che passa da 2,4 miliardi nel 2017 a circa 3 miliardi nel 2018, 
  • Editoria (+25%) con 1 miliardo di euro. 

I settori che da qualche anno vengono marchiati come emergenti segnano, invece, performance superiori: 

  • Food & Grocery (+34%) che passa da 0,83 miliardi di euro del 2017 a 1,1 miliardi, 
  • Beauty (+29%) con quasi 430 milioni, 
  • Arredamento e home living (+44%) a quota 1,26 miliardi, 
  • Auto e Ricambi (+26%) che sfiorano i 610 milioni. 
  • Giocattoli (+48%). 

La crescita del mercato corrisponde ad una maggiore evoluzione degli utenti nei confronti della tecnologia, oltre che una fiducia crescente, legata a meccanismi ormai noti. 

Rimane tuttavia la netta impressione che una parte importante delle imprese tradizionali  (PMI) non abbia ancora compreso la rilevanza della posta in gioco come dimostra il fatto che il 78% del mercato di prodotti venduti online, è controllato da imprese nate per operare online, che non sono dunque legate alle vecchie logiche.


E' un dato molto delicato, che deve far riflettere. Non essere presenti online, con una buona strategia di vendita e una solida immagine, può portare sempre più all'annebbiamento delle attività tradizionali. 
Francesco Pisciotta, Co-founder di Bestore

In Bestore ci siamo concentrati sull'unione di due mondi che sembrano lontani, ma che tendono sempre più all'incontro: il mondo "offline" e il mondo online. Con una identità aziendale ben definita e meccanismi semplici per la gestione dei canali online, è possibile essere presenti al meglio anche sul web, senza dover investire necessariamente grosse somme nella tecnologia, bensì concentrandosi sulla comunicazione.

Proprio per questo abbiamo creato un pacchetto completo di tutto, che consenta a chiunque di avviare un negozio online, che include una vetrina e-commerce 100% personalizzata e un sistema gestionale efficiente e scalabile, pronto ad adattarsi alle reali necessità di crescita del business.

Condividi